Rebuttini: “Obiettivi stagionali raggiunti con anticipo”

Rebuttini-GianluigiIl pareggio col Salsomaggiore ha portato la sospirata salvezza matematica per la prima squadra, ne parliamo col direttore sportivo Gianluigi Rebuttini.
Buonasera Gigi, finalmente è arrivata la salvezza e con ben quattro giornate d’anticipo 
Si, ed era ora perchè avevamo fatto solo 3 punti nelle ultime 6 partite, pur non giocando male ed essendo spesso condannati dagli episodi. Finalmente col Salsomaggiore è arrivato quel punticino che serviva a mettersi tranquilli. 
A un certo punto sembrava tutto facile, poi sono arrivati alcuni risultati sfortunati 
Dopo la sconfitta di Modena contro la Rosselli, nella quale avevamo dimostrato di meritare la vittoria, i ragazzi inconsciamente hanno perso un po’ di verve e poi causa alcuni episodi sfavorevoli avevamo perso un po’ di terreno. Siamo comunque ancora settimi ed è una posizione di tutto rispetto.

Ora conta di più confermare la posizione o dare spazio ai più giovani? 
Bisogna provare a fare entrambe le cose, perchè arrivare in alto è bello per tutti, ma allo stesso tempo bisogna guardare al futuro. Il mister ha sempre avuto un occhio di riguardo per la crescita dei più giovani e credo che anche in questa circostanza riuscirà a mettere insieme i due obiettivi.
Sei già al lavoro per la prossima stagione? 
Diciamo che sto studiando, anche perchè la stagione finirà al raggiungimento di tutti gli obiettivi di inizio stagione, che erano tre: salvarci con meno patemi possibili in eccellenza e ce l’abbiamo fatta e mantenere la Juniores regionale nel suo campionato valorizzando il più possibile i ragazzi e facendoli crescere come giocatori e anche qui credo che ci siamo riusciti. Terzo puntare in alto con la Junior Fiorano, dopo aver creato una nuova struttura assieme al nuovo DS Christian Androvich, cercando di raggiungere i play off e siamo ancora in corsa.
A breve tireremo le somme e poi lavoreremo per la prossima stagione. 
Torniamo al presente, mancano ancora quattro partite, cosa ti aspetti? 
Mi aspetto che la squadra, libera di testa, riesca a far più punti possibile e riesca ad esprimersi al meglio portandoci vicino al quarto posto dell’anno scorso, perchè stare tra le prime cinque sarebbe un risultato straordinario visto che quest’anno ci siamo trovati almeno sette corazzate nel girone. Abbiamo dimostrato ancora una volta che l’organizzazione, il gruppo e il lavoro possono accorciare le distanze e il nostro compito nelle prossime partite deve essere quello di continuare a dimostrarlo.