Eccellenza: col S. Donnino sconfitta che non ci voleva. In ritardo i lavori al “Ferrari”

aaIMG_7754Situazione surreale al “G. Ferrari” di Fiorano per lo scontro salvezza tra Ac Fiorano e Borgo San Donnino. Praticamente si gioca a porte chiuse: gli spettatori del week end hanno avuto la brutta sorpresa di trovare l’area destinata al pubblico completamente chiusa per alcuni lavori gestiti dal comune. Tali lavori, previsti per l’estate, sono invece iniziati a tardo ottobre con la rassicurazione dell’amministrazione che non avrebbero comportato limitazioni per attività sportive o accesso del pubblico. La realtà di questi giorni sta dimostrando il contrario, con le conseguenti arrabbiature di genitori e sportivi, e col Fiorano costretto a rinunciare alla biglietteria. Per quanto riguarda la partita le squadre scendono in campo contratte, prima frazione di gioco con un arcigno Borgo San Donnino che la mette sul piano fisico riuscendo ad ingabbiare i padroni di casa che faticano a sviluppare il proprio gioco. Per quasi mezz’ora non succede nulla poi l’incontro s’infiamma con un tiro a giro di Lorenzini che esce di un soffio e subito dopo, sull’altro fronte, è un destro di Fanti dal limite a subire la stessa sorte. Al 36’ ospiti pericolosi con Bertoli che spreca da due passi sugli sviluppi di un calcio d’angolo. Uno scatenato Lorenzini al 42’ fugge sulla destra, si accentra e con un preciso sinistro la mette all’incrocio dove Malpeli non può arrivare. Nella ripresa il Fiorano prova a far gioco, ma il San Donnino si difende con ordine e torna pericoloso al 16’ con una punizione del solito Lorenzini. Sull’altro fronte Fanti arriva in ritardo di un soffio su cross di Ansaloni e al 25’ Montorsi trova un filtrante per Fanti con Spanu che salva in angolo. Sul susseguente corner Ansaloni è il più lesto in mischia e con una zampata da centro area pareggia il conto. I padroni di casa, rivitalizzati dal gol, insistono in avanti, ma si perdono al momento dell’ultimo passaggio. Al 35’ reclamano il penalty per un contatto in area su Ferrari lanciato a rete, per l’arbitro è tutto regolare. Quando il match sembra avviarsi al termine sul risultato di parità arriva la beffa per il Fiorano ad opera di Guazzo abile ad anticipare Barbati e a siglare il definitivo 1-2 che getta i biancorossi nello sconforto.

FIORANO-BORGO SAN DONNINO 1-2
FIORANO: Malpeli, Haddaji, Blotta, Saetti Baraldi (Montorsi M al 16’ st), Barbati, Montorsi E, Costa (Ferrari al 13’ st), Altariva, Fanti, Ansaloni, Baldoni. A disp: Antonioni, Masi Dakoli, Bruno, Picchi, Cavallini, Francioso. All: Cavalli.
BORGO SAN DONNINO: Spanu, Mayngi, Martinez, Bertoli, Furlotti, Polichetti, Monica (Rizzi al al 9’ st, Renteira la 31’ st), Billone, Guazzo, Lorenzini (Napoletano al 34’ st), Saia (D’Urso al 17 st). A disp: Buzzi, Melegari, Passera, Donati, Scaffardi. All: Tassi. 
ARBITRO: Costa di Catanzaro (assistenti Macari, Del Prete)
RETI: Lorenzini (SD) al 42’ pt, Ansaloni (F) al 25’ st, Guazzo (SD) al 45’ st
NOTE: Spettatori 50 circa. Espulso Saetti Baraldi (F) dalla panchina (44’ st). Ammoniti Polichetti (SD), Baldoni (F)