Iacaruso interviene sul coronavirus intervistato dalla Gazzetta di Modena

IMG_8199Il presidente Michele Iacaruso, intervistato dalla Gazzetta di Modena, parla a tutto campo del problema coronavirus e delle implicazioni a cui devono sottostare le società sportive in questo periodo e degli eventuali sviluppi della situazione. Di seguito l’intervista di Giacomo Molteni per conto della Gazzetta di Modena.

“Al Fiorano – parla Michele Iacaruso presidente di una delle società più attrezzate a livello di vivaio – fino alla scorsa settimana l’attività giovanile è proseguita in forma volontaria, chi non se la sentiva poteva restare a casa, e con tutte le precauzioni indicate dall’ordinanza precedente: porte chiuse, niente pulmini… Già da lunedì è cambiato tutto: l’obbligo del controllo medico prima di ogni attività è un ostacolo insormontabile. Noi il medico sociale l’abbiamo, ma è un comune medico di famiglia che in questo momento in cui la gente non può andare facilmente al pronto soccorso ha il suo bel da fare… non certo stare su dei campi. Soluzioni? Io ne vedo due: o da aprile in poi si riparte mettendo dei paletti attentamente valutati, con il supporto degli enti locali; o la Federazione si assume la responsabilità di dire che la stagione è annullata, e la prossima si riparte da capo. Anche perché non è che dopo un mese e mezzo senza allenamenti si possono mandare i ragazzi a sostenere gare di livello agonistico come quelle dei campionati regionali… Le rette? Se si sta fermi due mesi, giusto restituire la quota ad essi proporzionale”. 

SCARICA PDF GAZZETTA MODENA 7 MARZO 2020