Un giorno a Coverciano

IMG_1962Due pullman sono partiti mercoledì scorso alle 6,30 dalla sede del Fiorano Calcio: meta il centro tecnico della Figc e casa della nazionale italiana di calcio, ovvero Coverciano. Un centinaio di persone, in maggioranza giovani calciatori, ma anche allenatori e alcuni genitori, hanno trascorso una giornata “all’università del calcio” dove il programma prevedeva uno stage con tecnici federali al mattino, momenti di relax e, dopo pranzo, la visita al museo della nazionale italiana. Scontato l’entusiasmo, soprattutto dei più piccoli, che hanno riempito il centro dei colori biancorossi e hanno trascorso una giornata tra insegnamenti di tecniche calcistiche, svago, divertimento e tanto entusiasmo alla vista delle maglie dei campioni azzurri e dei vari trofei vinti nel corso degli anni come la Coppa Rimet. 
Lo stage, due ore di sudore sotto il sole cocente di Coverciano che hanno arricchito le conoscenze tecniche, ma anche comportamentali, di ragazzi e istruttori, è stato tenuto da tre tecnici federali. Erano presenti i 2012 di Marco Masi, che è stato anche l’organizzatore principe dell’iniziativa già rimandata la scorsa stagione causa Covid; i 2009 di Ulderico Celli, i 2005 di Rocco Benevento e i 2006 di Stefano Campani. Queste ultime due annate hanno sostenuto insieme il training. Non poteva mancare il responsabile del settore giovanile Leo Matta. Grazie a tutte le persone citate, ma anche alla società biancorossa che ha reso possibile l’iniziativa.

Nella PHOTOGALLERY ampia documentazione fotografica della giornata